No Comments

INBOUND MARKETING

Questo articolo vi introdurrà all’interno del mondo dell’Inbound Marketing e vi offrirà una grande visione d’insieme di tutto ciò che serve per una strategia Inbound di successo.

Per prima cosa quando si parla di Inbound Marketing bisogna porsi delle domande.

– Qual è la differenza tra marketing tradizionale ed Inbound Marketing?
– Che cosa è l’Inbound?
– Quali sono le diverse fasi che costituiscono la Metodologia Inbound?
– Come si inserisce l’analisi nella Metodologia Inbound?

Prima di capire perché il traffico Inbound sta trasformando il modo in cui le aziende fanno affari, facciamo una considerazione sul marketing tradizionale.

Nel marketing tradizionale, le aziende si concentrano sulla ricerca dei clienti. Generalmente, utilizzano tecniche che sono bloccanti. Queste tecniche potrebbero essere di varia natura, dalla pubblicità a freddo e stampa alla pubblicità televisiva e posta indesiderata. La tecnologia sta rendendo queste tecniche meno efficaci e più costose. È ancora possibile ottenere un messaggio utilizzando questi canali, ma il costo sarà maggiore.

Il marketing tradizionale è bloccante ed incentrato sul mercato. Il modo tradizionale di fare le cose è conveniente per il marketer, perché può spingere i contenuti nella mente delle persone ogni volta vuole – anche quando quei potenziali clienti non lo vogliono. Ma non è una grande esperienza per l’utente – il potenziale cliente.

L’Inbound è un cambiamento fondamentale del nostro business. Al posto di quel vecchio messaggio, in cui il marketing o il venditore avevano tutto il controllo, con l’Inbound si abilitano potenziali clienti.

Al posto di annunci televisivi, si potrebbero creare video che i potenziali clienti vogliono vedere o di acquistare annunci di visualizzazione in pubblicazioni di stampa, si potrebbe creare un blog aziendale. E invece di chiamare a freddo, si creano contenuti utili, in modo che i visitatori possano contattare l’azienda quando necessitano di ulteriori informazioni.

Inbound Marketing è il marketing incentrato sulla ricerca dei clienti. È focalizzato sul cliente. È utile. È preferibile stabilire un contatto con un’azienda che si concentra sui bisogni dei clienti invece che sui propri. Probabilmente ti è già capitato di confrontarti con alcune azienda delle tue marche preferite che attivamente praticano Inbound, senza che tu te ne sia reso conto.

Essere parte di quella conversazione significa condividere contenuti utili e rilevanti con il mondo. Si tratta di disegnare persone, ecco perché è chiamato Inbound, dopo tutto. E soprattutto, si tratta di creare marketing che la gente ama. Nel mondo di oggi, gli acquirenti hanno tutto il potere. Pensate al processo che avete effettuato l’ultima volta che avete fatto un acquisto. Hai chiamato un venditore chiedendo di acquistare? O hai fatto un salto online e fatto qualche ricerca? Sono disposto a scommettere che hai preferito cercare on line che chiamare un venditore.
È giunto il momento di sostenere questo processo di acquisto. È giunto il momento di unirsi e di potenziare i potenziali clienti a prendere le decisioni giuste per sé stessi.

Quindi, come si fa effettivamente Inbound?

Beh, il modo migliore per iniziare è comprendere la metodologia in entrata.

Metodologia-Inbound

Questa è la metodologia in entrata. Illustra le quattro fasi che costituiscono il processo di vendita e di vendita inbound. Queste fasi sono Attrazione, Conversione, Chiusura e Piacere.
Lungo la base della metodologia sono elencati gli strumenti che si utilizzano per realizzare queste azioni.

Gli strumenti sono elencati sotto il palcoscenico in cui sono entrati in gioco, ma non è l’unica fase in cui sono applicabili! Alcuni strumenti, come l’email, possono essere essenziali per più fasi della metodologia.

A partire dall’inizio, sulla sinistra, dovrai attirare “stranieri” nel tuo sito, trasformandoli in visitatori. Alcuni degli strumenti più importanti per attirare nuovi utenti sono il blog, l’ottimizzazione del tuo sito web e i social media.

Ma non finisce qui. Una volta che hai attirato nuovi visitatori, il passo successivo è quello di convertire alcuni di essi in potenziali clienti raccogliendo le loro informazioni di contatto. Avrete bisogno, almeno, dei loro indirizzi e-mail. Le informazioni di contatto sono la “valuta” del mondo dell’Inbound. Affinché i tuoi visitatori possano offrire quella moneta, volentieri, dovrai offrire loro qualcosa in cambio.

Questo tipo di “pagamento” viene fornito sotto forma di offerte, come eBooks, whitepapers, – qualunque informazione sia interessante e preziosa per le tue prospettive. È possibile convertire i visitatori in potenziali clienti utilizzando il nome del processo di conversione. Componenti del sito web come le chiamate all’azione e le pagine di destinazione possono invogliare questi visitatori ed aiutarti a ottenere maggiori informazioni su di essi.

Andando avanti, ora che hai attirato i visitatori giusti e convertito i potenziali clienti giusti, è tempo di trasformare questi contatti in clienti. Nella fase di chiusura, strumenti come l’email e un CRM possono essere utilizzati per aiutare a vendere al momento giusto.

Inbound significa fornire contenuti notevoli ai tuoi utenti, siano essi visitatori, leads o clienti esistenti. Solo perché qualcuno è già un cliente non significa che tu possa dimenticarlo! Le aziende continuano a dilettarsi ed impegnarsi con la loro base di clienti, trasformandoli in felici promotori dei prodotti e dei servizi che amano.

Poi, l’intera metodologia inizia già all’inizio, quando i promotori parlano con le loro reti e diffondono il “verbo” sui tuoi prodotti e servizi.

Analisi-Inbound

Nella metodologia manca un elemento “Analizzare”. Perché?
Perché l’analisi fa parte di ogni singola cosa che fai con la tua strategia Inbound. Tutto ciò che fai: qualsiasi elemento di contenuto creato, qualsiasi campagna che lanci, o qualsiasi azione di marketing che si intraprende dovrebbe essere prima analizzata.

Per essere un vero e proprio Inbound Marketing (e veramente di successo) devi sapere cosa sta funzionando, cosa non sta funzionando, come implementare nuove soluzioni e migliorare i tuoi sforzi nel modo più efficiente possibile. E ancora, l’unico modo per farlo è prendendo il tempo di analizzare il tuo lavoro.

E questo è il motivo per cui l’Inbound sta cambiando il modo in cui il mondo fa marketing e vendite.

Le prime esperienze sono presso un’attività d’informatica, e continuano, fino ad arrivare alla gestione di contratti di consulenza ed assistenza presso aziende internazionali medio-grandi. Negli anni mi sono specializzato in servizi di Help Desk di primo e secondo livello presso la SDA Bocconi di Milano, oltre 15 anni di collaborazoine, ed in servizi di cablaggio strutturato e di network security. La mia esperienza prosegue come IT Manager all’interno di aziende internazionali, con mansioni di gestione degli uffici e delle risorse IT. Parallelamente al settore della tecnologia, inseguendo una mia passione, mi sono specializzato nel campo del food and beverage, organizzando e gestendo un ristorante di cucina tradizionale piemontese, la mia terra natale. Durante il mio percorso lavorativo costruisco le basi per aumentare la conoscenza nel Digital Graphic e nella comunicazione digitale. Frequento corsi di specializzazione presso la SDA Bocconi di Milano acquisendo competenze in tecniche di vendita, presso lo IED di Milano in Digital Graphics e di progettazione e creazione di applicazioni iOS ed un Master in Comunicazione e Marketing presso 24 Ore Business School. Specializzato Social Media Manager, certificato Google Analytics for Beginners, Google Analytics Advanced, Inbound Marketing Certified, Google Competenze Digitali, Content Marketing Certified, attività di consulente in Social Media Marketing & Web/E-mail Marketing, per varie aziende e associazioni sul territorio nazionale e non. ICT Advisor dello sviluppo di una delle più dinamiche piattaforme di blog/pagine Facebook degli ultimi due anni, incubando e rendendo esecutivo un progetto molto ambizioso ideato da un team capitanato da un esperto di dissemination in ambito culturale. La piattaforma, che mi vede impegnato anche come blogger, raccoglie le competenze di oltre 20 specialisti e conta quasi 2 milioni di fan, vero e proprio strumento di cultural marketing riguardo all'Italia e non solo.

Benvenuti nel nostro Blog

Siamo una società di marketing digitale con l'obiettivo di aiutare i nostri clienti a ottenere grandi risultati anche attraverso i nostri piccoli spunti di riflessione offerti in questo spazio

Richiedi una consulenza SEO

Offriamo servizi SEO a livello professionale per consentire ai siti Web dei nostri clienti di aumentare il posizionamento nella ricerca organica al fine di competere per le classifiche più elevate anche quando si tratta di parole chiave altamente competitive.

Altri spunti correlati dal nostro Blog

Visualizza tutti gli articoli del blog
No Comments

Lascia un tuo commento